Discover Biella,
la guida turistica del Biellese

Discover Biella,
la guida turistica del Biellese

Descrizione

Playing for the future

Nel 1973 nasce l’Istituto Musicale Lorenzo Perosi di Biella; la sua sede è, a quel tempo, nel Chiostro di San Sebastiano. A partire dal 1976 inizia ufficialmente l’attività concertistica del “Perosi”, prende vita l’Associazione Musicale e la prima Stagione Concertistica. Fra i molti artisti che hanno dato lustro a tale attività si ricorda Katia Ricciarelli, Aldo Ciccolini, Paul Badura Skoda, Franco Gulli, Pina Carmirelli, Bruno Canino, il Trio di Tokyo, l’Orchestra del Teatro Regio di Torino, l’Orchestra di Arad e il coro di Timisoara, Ana Chumachenco, Pavel Berman, Andrea Lucchesini, Marco Rizzi, Xavier De Maistre, Alexander Lonquich, Igudesman & Joo, Domenico Nordio, Francesca Dego, Trio Tchaikovsky, Atos Trio, Ramin Bahrami, Roberto Cominati, Grigorji Sokolov, Trio di Parma, Janoska Ensemble, Khatia Buniatishvili.

“i concerti dell’accademia” sono stati insigniti della medaglia del Presidente della Repubblica.

Nel 1984 nasce l’Accademia Internazionale Superiore di Musica “Lorenzo Perosi” di Biella.

Unica in Piemonte (tra le sette accademie italiane) ad essere riconosciuta dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo per l’Alta Formazione Artistica e Musicale.

Nata per valorizzare il talento di giovani musicisti provenienti da tutto il mondo, l’Accademia realizza corsi di perfezionamento musicale per accrescerne la preparazione tecnica ed artistica, offrendo ai propri studenti l’opportunità di entrare in contatto con i migliori musicisti del panorama mondiale. Tra i docenti di chiara fama che hanno collaborato e che collaborano con l’Accademia si citano: Corrado Romano, Ana Chumachenco, Marco Rizzi, Pavel Berman, Pavel Vernikov, Roberto Ranfaldi, Rudens Turku, Aldo Bennici, Anna Serova, Simonide Braconi, Antonio Meneses, Adriano Vendramelli, Daniel Grosgurin, Robert Cohen, Giuseppe Ettorre, Aldo Ciccolini, Paul Badura Skoda, Konstantin Bogino, Lazar Berman, Ramin Bahrami, Peter-Lucas Graf, Davide Formisano, Antony Pay, Thomas Friedli, Angelo Gilardino, Azio Corghi, Franco Donatoni, Atos Trio, Carlos Arcieri...

La maggior parte degli studenti che hanno frequentato i corsi di alto perfezionamento a Biella sono ora docenti di Conservatorio, professori nelle Orchestre Liriche e Sinfoniche Europee o concertisti di fama internazionale. A titolo esemplificativo ricordiamo: Roberto Cominati, Roberto Ranfaldi, Stefano Vagnarelli, Alessandro Fantini, Corrado Orlando, Luigi Picatto, Enrico Bronzi, Giuseppe Gibboni…

Dal 2006 inizia l’attività editoriale e discografica con la pubblicazione di due libri curati da Sandro Cappelletto intitolati “Mozart. La prima biografia” e “Olivier Messiaen. L’angelo del tempo”. Nel 2014 è stato pubblicato “Schubert l’ultimo anno. Da straniero inizio il cammino”, sempre curato da Sandro Cappelletto e già alla seconda ristampa.

In occasione dei 40 anni dalla nascita del Perosi, l’Accademia ha realizzato “Piazzo Perosi”. La manifestazione, sotto la direzione scientifica di Alberto Sinigaglia, si è svolta a settembre 2013 concentrando incontri e dibattiti su temi cruciali dell’economia, della società, dell’arte, della letteratura, della musica, del gusto, con uno sguardo sul fare cultura in Europa e nel mondo angloamericano. L’evento ha visto susseguirsi sul palco ospiti come il giornalista Gad Lerner, l’economista Domenico Siniscalco, il reporter Domenico Quirico, lo scrittore Andrea Vitali, l’artista Ugo Nespolo. A settembre 2018, in concomitanza con il traguardo dei 45 anni, si terrà la seconda edizione del festival “Piazzo Perosi”.


Booking.com